.: HosiriS :.

Informatica e non solo

Archive for the ‘Ubuntu’ Category

Quando Ubuntu torna utile anche ad utenti Microsoft

Posted by hosiris su dicembre 20, 2010

Certo che questa possibilità non migliora la mia stima verso quella sottospecie di OS (se qualcuno avesse dubbi parlo di Windows), ma ci sono occasioni in cui una persona è costretta ad usarlo (ad esempio a lavoro non ho possibilità di usare altro) e quindi non mancano le occasioni per imbattersi in problematiche varie!
Quella della perdita della password di accesso potrebbe essere un grossissimo problema ed ecco una piccola soluzione a questo grande problema. Quello di cui abbiamo bisogno è un semplice CD che ci permetterà di avviare Ubuntu in modalità live (anche una pennetta USB va bene).
Dopo aver avviato il sistema da CD, con il PC connesso ad internet, aprite un terminale (Applicazioni->Accessori->Terminale) e digitate i seguenti comandi:

$ sudo apt-get update
$ sudo apt-get install chntpw

I passaggi successivi possono essere poco chiari a chi non ha mai avuto in mente di usare GNU/linux in generale ed è giusto così, perchè una mano inesperta potrebbe fare solo danni.
Montiamo la partizione con Windows:

$ sudo mount -t "vfat/ntfs" "/dev/partwin" /media/WINDOWS

naturalmente dovremmo impostare il giusto filesystem ed impostare la giusta partizione.
Spostiamo nella cartella in cui sono contenute le SAM:

$ cd /media/WINDOWS/WINDOWS/SYSTEM32/CONFIG
$ sudo chntpw SAM

Ci verranno mostrate tutte le info necessarie… sarà sufficiente utilizzare il MENU per cancellare la password dell’utente. Ed eccovi garantito l’accesso!

Buon divertimento.

Posted in Informatica, Ubuntu, Windows | Leave a Comment »

Estraiamo le immagini dai PDF

Posted by hosiris su dicembre 14, 2010

Spesso mi dicono che sono pazzo, ma in genere non raggiungo livelli che possano far preoccupare seriamente. Da qualche giorno ho superato quel limite: ho deciso di portare in formato testo tutti i pdf che ho. Non mi riferisco ai pdf da 100 pagine in su (che stanno nella cartella libri e così rimarranno), ma tutti quei file di 3 pagine che occupano spazio solo per il fatto di essere PDF.
Magari non molti vedono la pazzia, ma chi mi conosce sa che da quando per la prima volta accesi il computer (circa 10 anni fa) non ho mai cancellato un file…
Veniamo a noi… questa opera mi ha costretto a prendere delle decisioni come ad esempio il dover scrivere il tutto secondo formalismi che, se necessario, mi permetteranno di compilare i file con latex (causa formule principalmente).
Cosa farne delle immagini? Molti articoli presentano grafici o esempi… li butto? Non si può… allora li estraggo ed il tutto semplicemente con un comando:

$ pdfimages -j file.pdf images

cosa abbiamo detto al nostro terminale? Semplicissimo, gli abbiamo detto di salvare delle immagini che abbiano come radice del nome “images” prelevate dal file “file.pdf” che vengano salvate come jpeg (-j) utilizzando il programma pdfimages!
Appena terminato avrete modo di vedere le immagini nella stessa cartella del file.

Buon divertimento

Posted in Linux, Ubuntu | Leave a Comment »

Scelta di un feed reader per Ubuntu

Posted by hosiris su dicembre 10, 2010

Dopo aver usato molto a lungo “Google reader”, mi sono trovato a volere un software che mi permettesse di memorizzare i feed di mio interesse e di poterli leggere off-line; ecco che ho cominciato la ricerca per qualche buona soluzione.
Ho analizzato varie soluzioni: Liferea, Blam e RSSOwl.
Il primo è da tutti osannato… mi chiedo che ci trovano di interessante, è lento in apertura, le prestazioni decrescono esponenzialmente all’aumentare del numero di iscrizioni… sarà anche ben integrato su GNOME, ma per me è bocciato categoricamente.
Blam, installabile da repo, è la semplicità fatta programma. L’nterfaccia leggera e intuitiva cade però nel rendere la personalizzazione della lista dei feed poco facile… carina anche la presenza della tray-icon… Lo consiglio a chi ha poche pretese e preferisce applicazioni smart…

La mia scelta è caduta su RSSOwl. Una volta scaricato lo zip, scompattiamolo e posizioniamolo in “/opt”. Creiamo un link nel menù (click destro sul menù->Modifica->Internet->Aggiungi nuovo; comando /opt/rssowl/RSSOwl) e apriamolo. Saremo accolti da un breve tutorial sull’utilizzo, è possibile importare la lista dei feed e cominciamo subito la lettura delle nostre notizie.

Posted in Linux, Ubuntu | Leave a Comment »

Liberiamo la nostra mente!

Posted by hosiris su dicembre 6, 2010

Non so se vi è mai capitato di dover preparare dei discorsi o delle lezioni, magari accompagnando il tutto con delle slide (perchè sappiamo che un ascoltatore che può leggere rimane più attento)… a me no! Ma per mio vizio, quando studio cerco sempre di avere una mappa concettuale a portata di mano, da poter integrare con nuovi concetti letti da altre fonti.
Le due cose sono concettualmente simili e possono essere ottimizzate con l’uso di opportuni software (basta con il consumo di carta… gli alberi sono preziosi; ho anche dimenticato come si usa la penna dopo anni trascorsi sulla tastiera).
Vagando un po’ di qua e un po’ di là mi sono imbattuto in varie applicazioni che permettono di creare delle mappe mentali:

I due sono semplicemente installabili da repository.
Provandoli entrambi ho trovato molto più interessante VYM viste le funzionalità che mette a disposizione.

Non mi resta che augurarvi buon lavoro… e non sforzate troppo la vostra mente

Posted in Ubuntu | 1 Comment »

Programmino per installare molti giochi con un click

Posted by hosiris su dicembre 4, 2010

Nonostante non sia un giocatore incallito ogni tanto mi capito di passare del tempo con giochini per staccare la mente, ma odio dovermi cercare giochi vari… aggiungiamoci pure il fatto che per linux c’è poca roba… e tipicamente mi passa la voglia di giocare.
Per puro caso mi sono imbattuto in DJL. é un simpaticissimo applicativo che raccoglie una lista di vari giochi di vari generi, una volta selezionati l’installazione è semplice come cliccare su “INSTALLA”.

Una volta scaricato il tarball, lo scompattiamo dove più ci aggrada (per default io li posiziono sempre in /opt) e diamo i permessi di esecuzione al file djl.sh:

tar zxvf djl.tar.gz
cd djl
chmod +x djl.sh
./djl.sh

Configurate le opzioni come più preferite e… buon divertimento.

Posted in Linux, Ubuntu | Leave a Comment »

Twitter sul nostro desktop

Posted by hosiris su novembre 30, 2010

Devo dire che gestire giornalmente tanti account è una operazione che può risultare monotona! Fortunatamente tramite i feed rss sono riuscito a concentrare la lettura delle notizie, ma rimangono ancora i numerosi contatti… Tramite pidgin sono riuscito a concentrare quasi tutto su un unico software (MSN, jabber, IRC, Google) mi mancava Twitter (e Facebook, ma ci penserò più avanti).
Dopo numerose ricerche ho trovato l’applicazione che fa al caso mio: Hotot. L’installazione è semplice e prevede l’aggiunta di una repo:

$ sudo add-apt-repository ppa:hotot-team
$ sudo apt-get update && sudo apt-get install hotot

Una volta aperto vi verrà chiesto di inserire il nome dell’account e di configurare la connessione al sito twitter tramite l’inserimento di un PIN.

Buon divertimento

Posted in Informatica, Ubuntu | Leave a Comment »

Ecco il suricata (Maverick Merkaat)

Posted by hosiris su novembre 28, 2010

Sempre con un po’ di ritardo ho fatto l’aggiornamento alla versione 10.10!
Devo dire che sono felice del risultato… Il sistema è più veloce in accensione e spegnimento e già questo per me è un punto importantissimo.

Oltre l’aggiornamento del sistema mi sono permesso di utilizzare i repo ppa per compiz, sperando di avere delle migliorie. La procedura è semplice:

$ sudo add-apt-repository ppa:nilarimogard/test3
$ sudo apt-get update
$ sudo apt-get dist-upgrade

Ho anche modificato il tema di default, installando il seguente:

$ sudo add-apt-repository ppa:tiheum/equinox
$ sudo apt-get update && sudo apt-get install gtk2-engines-equinox equinox-theme equinox-ubuntu-theme faenza-icon-theme

Sarà sufficiente abilitarlo da Sistema->Preferenze->Aspetto.
Se qualcuno conoscesse ulteriori temi è invitato a segnalarli.

Beh continuo a godermi il sistema… A presto

Posted in Ubuntu | Leave a Comment »

Configurare DNS per risolvere i nomi della VPN

Posted by hosiris su ottobre 26, 2010

Adesso che ho configurato la VPN ho potuto ottimizzare un po’ di ambienti: backup, sviluppo, siti on line… niente di importante o serio… ma ordinato 😀
Ma ricordarmi gli ip che vengono assegnati da server VPN è un tantino poco efficacem soprattutto pensando a tutti gli alias usati per accedere ai siti di sviluppo. Allora perchè non configurare un bel DNS?
Cominciamo subito con l’installazione del server:

$ sudo apt-get install bind9

Ho configurato il mio DNS come server autoritario, atto quindi a risolvere i nomi che vengono impostati.
Modifichiamo il file /etc/bind/named.conf.options:

options {
  directory "/var/cache/bind";
  forward first;
  forwarders {
    ;your dns address
  };
  auth-nxdomain no; # conform to RFC1035
};

Modifichiamo il file /etc/resolv.conf modificando il valore di “nameserver” con l’indirizzo della macchina locale.
Adesso cominciamo a configurare le zone e gli alias:

; /etc/bind/named.conf.local
zone "lan" in {
type master;
file "/etc/bind/db.lan";
};


; /etc/bind/db.lan
$TTL 3h
@. IN SOA server.lan. root.lan. (
2005030801; Serial
3h; Refresh
1h; Retry
1w; Expire
1h) ;Negative cache
;dns server
IN NS server.lan.
;database risolutivo
server.lan. IN A 127.0.0.1
pc1.lan. IN A 192.168.1.1
;alias
alias.server.lan. IN CNAME server.lan.

Adesso dobbiamo modificare il server VPN per inviare le informazioni del DNS nella configurazione. Per questo aprite il vostro file di configurazione del server:

#/etc/openvpn/server.conf
push "dhcp-option DNS ipaddress"
push "dhcp-option DNS dnsips"

Inoltre bisogna instruire i client ad accettare le informazioni passate dal server. Questa operazione va fatta solo sui client linux perchè a causa dei permessi non viene modificato il file resolv.conf.
Installiamo:

$ sudo apt-get install resolvconf

Poi apriamo il file di configurazione del client e aggiungiamo le seguenti linee:

up /etc/openvpn/update-resolv-conf
down /etc/openvpn/update-resolv-conf

riavviate tutte le configurazioni e adesso potrete dimenticare l’uso dei file hosts.

Posted in Informatica, Linux, Sistemi, Ubuntu, VPN | Leave a Comment »

Eseguire modifiche dei permessi in maniera ricorsiva

Posted by hosiris su ottobre 21, 2010

Capita spesso di dover modificare i permessi ad intere alberature di directory, ad esempio quando si copiano i file da partizioni Windows o da CD.
Il seguente script, posizionato in “/usr/bin/”, permette con un comando di modificare i permessi discriminando le cartelle dai file.


FILE_MOD="$1"
DIR_MOD="$2"
BASE_DIR="$3"
[ -z "$1" ] && FILE_MOD="640"
[ -z "$2" ] && DIR_MOD="750"
[ -z "$3" ] && BASE_DIR="./"
ls | while read file; do
  if [ -L "$file" ]; then
    echo "   ==>> '$file' è un link simbolico, lo ignoro."
      continue
  elif [ -d "$file" ]; then
    echo " Entro nella directory '$file'"
    chmod u+rwx "$file" 2> /dev/null ||\
    { echo " Non ho i permessi per entrare in '$file'"; continue; }
    cd "$file"; $0 $@; cd - > /dev/null
    chmod $DIR_MOD "$file" && echo -e " Directory '$file' impostata.\n"
  elif [ -f "$file" ]; then
    echo -n "   $file ... "
    chmod $FILE_MOD "$file" && echo " [ OK ]"
  else
    echo " Ignoro '$file'."
  fi
done

Posted in Informatica, Linux, Ubuntu | 3 Comments »

VPN con molti client

Posted by hosiris su ottobre 15, 2010

Dopo aver creato la mia prima VPN non mi sono accontentato del risultato, d’altronde è il voler superare i propri limiti che ci permette di crescere.
Il mio scopo è di riuscire a far comunicare tutti i miei PC e di migliorare la sicurezza dei protocolli.

Cominciamo il nostro percorso pensando alla sicurezza della connessione: dobbiamo generare certificati e chiavi che ci permettono di riconoscere i PC coinvolti nella comunicazione.
I tool necessari si trovano nella cartella:

/usr/share/doc/openvpn/example/easy-rsa/2.0/

Per evitare che ad ogni aggiornamento le nostra configurazioni vengano perse, copiamo questa cartella su un’altra destinazione:

$ sudo mkdir /etc/openvpn/easy-rsa
$ sudo cp /usr/share/doc/openvpn/example/easy-rsa/2.0/* /etc/openvpn/easy-rsa/

Spostiamoci nella cartella di openvpn e cambiamo utenza:

$ cd /etc/openvpn/easy-rsa
$ sudo su
# vi vars

in questo ultimo file andiamo a modificare la parte finale, inserendo le informazioni corrette.
Salviamo il file ed eseguiamo i seguenti passi:

# . ./vars
# ./clean-all
# ./build-ca

Adesso generiamo le chiavi e i certificati per il server ed i client:

# ./build-key-server server
# ./build-key client1
# ./build-key client2
# ./build-key client3

Infine generiamo i parametri Diffie-Hellman:

# ./build-dh

Al termine di tutto, nella certella di configurazione di openvpn del server saranno presenti i seguenti file:

  • server.key
  • server.crt
  • ca.crt
  • dh1024.pem

mentre sui client:

  • client{n}.key
  • client{n}.crt
  • ca.crt

A questo punto generiamo i file di configurazione sia sul server che sui client.


#Configurazione server (server.conf)
dev tun
port
proto udp
ca ca.crt
cert server.crt
key server.key
dh dh1024.pem
server 10.1.1.0 255.255.255.0
ifconfig-pool-persist ipp.txt
client-to-client
max-clients 10
keepalive 10 120
comp-lzo
persist-key
persist-tun
status status.log
verb 3


#Configurazione client (client.conf)
client
dev tun
ca ca.crt
cert client{n}.crt
key client{n}.key
#indirizzo IP srv
remote
resolv-retry infinite
nobind
persist-key
persist-tun
ping 15
verb 3
comp-lzo
# solo sul client per mappare le reti
route 10.0.0.0 255.255.255.0 10.1.1.1

Riavviate il servizio:

$ sudo /etc/init.d/openvpn restart

Qualora si presentino dei problemi il log si trova in /var/log/daemon.log.

Buon divertimento

Posted in Informatica, Sistemi, Ubuntu, VPN | Leave a Comment »