.: HosiriS :.

Informatica e non solo

Archive for the ‘Linux’ Category

Tips: Ridurre le dimensioni di un file PDF

Posted by hosiris su dicembre 15, 2011

Nonostante oggi si abbiano a disposizione sistemi di archiviazione che permettono di memorizzare qualsiasi informazione, io rimando dell’avviso che ogni oggetto va usato con intelligenza.
Nel mio tentativo di risparmiare dello spazio ho convertito numerosi PDF in in file testo con comandi latex annessi in modo da poter avere avere i PDF se necessario, ma molti articoli si avvalgono di immagini che rendono più laboriosa la conversione.
Per questi, ho deciso di ridurre le dimensioni dei file anzicché creare i file txt.
Ci viene in soccorso ghostscript con il seguente comando:

$ gs -sDEVICE=pdfwrite -dCompatibilityLevel=1.4 -dPDFSETTINGS=/screen -dNOPAUSE -dQUIET -dBATCH -sOutputFile=output.pdf input.pdf

Purtroppo non sempre è assicurato che la nuova dimensione sia minore… per evitare l’inconveniente ho usato il seguente script:


#!/bin/bash
for file in `ls`;
do
    if [ -f ${file} ]; then
        gs -sDEVICE=pdfwrite -dCompatibilityLevel=1.4 -dPDFSETTINGS=/screen -dNOPAUSE -dQUIET -dBATCH -sOutputFile=tmp/${file} ${file}

        FILESIZE1=$(stat -c%s "${file}")
        FILESIZE2=$(stat -c%s "tmp/${file}")
        if [ $FILESIZE1 -gt $FILESIZE2 ]; then
            rm ${file}
        else
            rm tmp/${file}
        fi
    fi
done

Buona riduzione!

Posted in Informatica, Linux | Leave a Comment »

Come registrare le operazioni svolte sul desktop

Posted by hosiris su dicembre 12, 2011

Spesso capita di voler registrare quello che succede sul desktop, ad esempio per creare video di supporto ai tutorial.
Ci viene in soccorso ffmpeg:

$ ffmpeg -r 30 -s 1280x720 -f x11grab -i :0.0 -vcodec msmpeg4v2 -qscale 1 filename.avi

Vediamo ogni singolo elemento cosa significa:

  • -r 30: Frame rate con cui si vuole eseguire la registrazione.
  • -s 1280×720: Risoluzione.
  • -f x11grab: Flag usato per dire ad ffmpeg di registrare il server X11.
  • -i :0.0: Indica da quale buffer registrare, perché è possibile indicare anche un server remoto.
  • -vcodec msmpeg4v2: Tipo di codec da usare per la codifica del video.
  • -qscale 1: Rapporto di scalatura

Buona registrazione!

Posted in Informatica, Linux | 1 Comment »

Installare guest addition su Debian versione server

Posted by hosiris su novembre 24, 2011

Questa operazione risulta abbastanza semplice quando si hanno OS guest dotati di interfaccia grafica, ma con OS testuali le cose si complicano solo un pochino perché bisognerebbe avere alcune conoscenze specifiche.

Iniaziamo con l’avviare VirtualBox e la macchina virtuale interessata e clicchiamo su “Dispositivi=>Installa Guest Addition”:
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Debian, Linux, Sistemi, Ubuntu | 2 Comments »

Impostiamo il touchpad su Squeeze

Posted by hosiris su novembre 3, 2011

Per motivi di praticità in genere mi limito ad usare la tastiera ed il mouse per operazioni a scarso contenuto di shortcut… Purtroppo nel fare questo non mi sono accorto che il touchpad non accettava più click. Evabbè, si potrebbe pensare, se non lo usi inutile configurarlo 😀 Giustissimo se non hai fatto l’errore di convincere la tua ragazza ad usare linux 😀
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Debian, Informatica, Linux | 1 Comment »

Apache2 + SSL: HTTPS

Posted by hosiris su ottobre 10, 2011

Nessuna formula segreta, solo una piccola descrizione su come possiamo installare il modulo ssl di apache sul nostro serverino.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Apache, Debian, Linux, Sistemi | 2 Comments »

Installiamo i driver nVidia su Squeeze

Posted by hosiris su settembre 12, 2011

Il presente metodo prevede l’installazione dei driver proprietari utilizzando i pacchetti presenti nei repository di Debian, in questo modo possiamo usufruire degli aggiornamenti direttamente dai repo.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Debian, Linux | 1 Comment »

Modificare file PDF (compreso testo)

Posted by hosiris su agosto 8, 2011

Credo che il problema di voler modificare il testo dei file pdf sia molto diffuso. Anche il sottoscritto ha penato non poco per trovare una soluzione accettabile.
Dopo aver provato diverse trial e diversi free, la soluzione ci viene donata nuovamente dal mondo open: OpenOffice (con l’accortezza di aggiungere il giusto plugin). A questo link è possibile trovare “Sun PDF Import Extension“, un utilissimo plugin che permette di importare file pdf all’interno di OpenOffice e modificarlo in ogni sua parte. Dopo aver scaricato la versione adeguata, per procede all’installazione è sufficiente andare in Strumenti->Gestione estensioni->Aggiungi… scegliere il file *.oxt che è stato scaricato e, dopo aver accettato le condizioni di licenza, proseguite con l’installazione.
Per aprire il file è sufficiente utilizzare “Apri file”. In base alla lunghezza del pdf i tempi di importazione variano sensibilmente, ma alla fine dell’attesa ritroverete il vostro documento in cui ogni parte può essere modificata semplicemente facendo doppio click sulla parte interessata.
Sulla pagina dell’estensione troverete anche una lista di limitazioni del software, ma devo dire che nella mia esperienza mi sono imbattuto in uno di questi solo una volta con un file generato con pdflatex…

Buona modifica e buon divertimento!

Posted in Informatica, Ubuntu, Windows | 1 Comment »

Cercare e copiare numerosi file!

Posted by hosiris su agosto 1, 2011

Ecco il problema che mi si è presentato oggi: circa 400 libri in pdf dislocati in cartelle sparse sul sistema. Certo non è un problema fin quando una mente malata non decide di raccoglierli insieme per creare una sorta di libreria digitale.
I più alacri si saranno sicuramente già messi a copiare uno ad uno ogni file… io che non ho voglia di faticare troppo ho deciso di fare una ricerca approfondita sul comando find.
Come sempre il buon terminale ci viene subito in aiuto:


find . -name *.pdf -exec cp {} /path-to-copy \;

capite da voi che è sufficiente sostuire la condizione di ricerca per personalizzare il comando, sarà inoltre compito di voi utenti specificare la giusta cartella di ricerca (ho supposto di trovarci all’interno della cartella interessata, se non fosse così è sufficiente inserire il percorso di ricerca al posto del “.”).

NB: dopo exec ho usato cp, ma pensate a quanta roba è possibile fare dopo!!! rinominare, cancellare, spostare, elaborare… c’è solo da divertirsi!

Posted in Informatica, Ubuntu | Leave a Comment »

Evolution non mostra più l’elenco delle mail!

Posted by hosiris su maggio 9, 2011

Quando oggi, all’apertura di Evolution, anziché l’elenco delle mail mi sono ritrovato un errore, devo confessare che non stavo molto bene… anni di mail (si lo so.. con un backup potrei evitare di pormi questi problemi, è messo in coda lavoro, programmato per il 2020).
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Ubuntu | 1 Comment »

Linux e NTLM

Posted by hosiris su aprile 13, 2011

Tempo fa avevo parlato di come usare il sistema apt dietro un proxy, ma negli ultimi tempi quel metodo non ha funzionato a causa del proxy utilizzato dove mi trovo che si basa su un protocollo proprietario Microsoft: l’NTLM.
Il problema non è di difficile risoluzione perché esiste un software che viene in nostro aiuto: ntlmaps.
Lo installiamo facilmente da repository:

$ sudo apt-get install ntlmaps

Il processo di installazione ci guiderà nella configurazione del proxy locale permettendoci di scegliere la porta su cui starà in ascolto il servizio, il nome del dominio la user e la password di autenticazione.
I dati saranno comunque memorizzati nel file di configurazione /etc/ntlmaps/server.cfg ed è qui che dovremmo apportare le opportune modifiche.

Una volta installato il software, potremo inserire sia nel browser che all’intero delle configurazioni di sistema il proxy: 127.0.0.1 sulla porta 5865 (che è la predefinita per questo servizio).
Provate a connettervi e via.

PS: se le politiche aziendali prevedono il cambio password mensile ricordate di cambiarla all’interno del file di configurazione e di riavviare il servizio.

Posted in Informatica, Internet, Linux, Ubuntu | 1 Comment »