.: HosiriS :.

Informatica e non solo

Rialzati, o madre!

Posted by hosiris su gennaio 5, 2011

Quando sei a scuola gli anni ti passano ascoltando professori che ti spiegano che la terra in cui sei nato è stata dominata da qualsiasi Stato si sia trovato in quelle vicinanze: greci, arabi, spagnoli, normanni, romani… secoli e secoli di dominazioni, di cambiamenti. Credo che il tipo di cultura che mi è stata trasmessa sia la più mentalmente aperta del mondo; forse commetto un errore, ma quale può essere la normale conseguenza di queste dominazioni? Accettare ogni tipo di ideologia.
Purtroppo il vivere sotto costante dominazione, ha ulteriori conseguenze come, ad esempio, formare un carattere abituato a sopportare gli ordini, senza reagire… ed è questo che non ho mai sopportato della mia terra. Non ho mai capito come una regione così “ricca” anzicchè stare a testa alta, si ritrova a prendere continue bastonate e per giunta senza tentare un minimo di lamentela.
E’ in questo ambiente che cresce un giovane siciliano… ma la cosa assurda è che il giovane sarà fiero di essere siciliano, ma così fiero che quando va a vivere fuori la Sicilia continua a parlare siciliano e racconta continui aneddoti sulle abitudini “bucoliche” della propria famiglia.
Ma tutto questo a cosa serve? A niente perchè tra le tante cose che ci insegnano, la scuola non manca di ricordarci della pessima situazione in cui viviamo, e soprattuto non manca di ricordare il periodo del Risorgimento. Gli eroi del Nord si sono armati e ci hanno liberati dal male borbonico… o così ci viene raccontato!

Questo Natale però mi giunge un regalo inaspettato: un libro intitolato Terroni.

Iniziato a leggerlo, sono stato costretto a divorarlo perchè, in quelle poche pagine, il giornalista Pino Aprile ha condensato tutte le sue ricerche sulla reale storia del Regno delle due Sicilie!
E’ così che ogni forma di vergogna si tramuta in rabbia.
Per cosa?
Fino al Risorgimento il regno borbonico era il più ricco e il più sviluppato, ma, cosa più importante, sembrerebbe che nessun uomo del sud voleva essere “liberato” dal dominio spagnolo. Sta di fatto che gli eroi del Nord (per di più fuorilegge e ricercati) si sono riuniti con lo scopo di “liberare” quelle povere terre ed annetterle all’Italia. Ma, dai documenti presentati, risulta che solo dopo pochi anni il Sud presentava enormi debiti con il Nord: e tutte le ricchezze dove sono finite?

Non vi rimane che leggere il libro e magari fare altri approfondimenti.
La cosa certa è che quella strana sensazione che avevo al liceo si è dimostrata vera: chi ci assicura che quello che studiamo sia vero? Forse sono diventato ingegnere perchè questa certezza può essere trovata solo nei numeri.

Una Risposta to “Rialzati, o madre!”

  1. Allanon said

    Ottimo, io sapevo gia’ che il sistema fiscale borbonico era tra i piu’ avanzati di quel periodo, a livello europeo.

    Sapevo anche che quando i savoia presero il regno delle due sicilie, essi presero anche tutto l’oro, per pagare gli immensi debiti del piemonte e per industrializzare la pianura padana che a quei tempi faceva alquanto cagare.

    Il trucco fu semplice: introdussero la carta moneta come valuta al posto delle monete d’oro usare nel sud.
    Quindi imposero che tutti i meridionali andassero in banca a cambiare valuta. Oro in cambio di carta.
    Ma non tutte le banche potevano fare il cambio: solo quelle del nord. Quindi dal meridione usci’ tutto l’oro di cui disponeva.

    Sapevo cio’, ma chissa quante altre cose non conosco. Quanto prima mi procurero’ questo simulacro di verita’.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: