.: HosiriS :.

Informatica e non solo

Archive for 8 novembre 2010

L’informazione che disinforma

Posted by hosiris su novembre 8, 2010

L’Italia sta andando a puttane… Beh, forse non tutta l’Italia, ma coloro che la rappresentano sì!
Ma in fondo a me… che me ne frega? Non scendiamo in discorsi moralistici, non farebbero altro che distogliere nuovamente lo sguardo dal vero problema. Essì “dal vero problema”, perchè siamo tutti d’accordo sul fatto che ci sono molti problemi in Italia, ma pochi sono quelli fondamentali.
Perchè dico, e ribadisco, che non me ne frega niente di quello che fanno i signori al potere? Facilissimo, è tutta una catena di eventi che da la possibilità a questi individui di fare quello che gli pare.
Per cercare di spiegare il mio pensiero, vi chiedo di immaginare di essere il personaggio politico che più odiate. Nel vostro ruolo di politico avrete molti compiti da svolgere e soprattutto una nazione da non deludere… ma a voi non interessa: avete un posto di lavoro tra i più ambiti, avete uno stipendio da sogno e tanti agi che un cittadino medio può solo immaginare. In questo ambiente le preoccupazioni sembrano non esistere più e quindi anche gli impegni presi non hanno più importanza.
Ma il vostro popolo comincia a mormorare… si lamenta… cerca di togliervi tutto quello che avete. Allora dovete inventarvi un modo per farli felici o… per allontanare lo sguardo da quello che state facendo.
Ma come fare… ma dove cercare… ma come possiamo “infinocchiare” una miriade di persone?
Guardiamoci un po’ in giro… bigotti… moralisti… IDEA! Mettiamo in giro notizie che ci vedono coinvolti nello sfruttamento di prostitute e nell’uso di droga, come per magia i problemi della nazione passano in secondo piano. Ma magari in quest’aria di tranquillità una tastatina a quella bella hostes…

Non so se sono stato chiaro, ma quello che penso è che se un politico sfrutta le prostitute o se si esprime in maniera poco consona… magari non è così importante come quando quel politico non sta lavorando per il bene della nazione. Quindi, solo dopo aver discusso del suo lavoro, possiamo discutere delle sue abitudini…

Dopo queste ulteriori parole al vento, vi saluto

Posted in Attualità | 4 Comments »