.: HosiriS :.

Informatica e non solo

Apple vs Microsoft: 10 motivi per non usarli

Posted by hosiris su gennaio 21, 2009

Quando, nei lontani anni ’70, la Microsoft e la Apple iniziarono la loro attività, non immaginavano certamente di raggiungere i livelli di assolutismo ai quali siamo abituati. Certo la Apple è stata sempre considerata “roba da elite”; solo pochi potevano comprendere la mentalità innovativa dei sistemi MacOSX con il sempre perdente Windows. Non sono mai riuscito a spiegarmi il motivo del perchè Microsoft abbia riscosso tanto successo, nonostante la Apple, a proprio dire, producesse dei prodotti migliori. Solo da poco credo di aver raggiunto una soluzione soddisfacente: sia Apple che Microsoft hanno una produzione scadente.
Fortunatamente la mia scelta di utilizzare sistemi GNU/Linux mi ha lasciato fuori da molti giochi che vedono come protagonisti le due aziende (soprattutto i due CEO), ma allora perchè parlare di loro? Semplice, Apple sta avendo una crescita paurosa, prima con la decisione di passare a processori Intel (finalmente abbiamo capito che i ppt non sono grancchè) poi con l’uscita di sto benedetto iPhone (che reputo essere un prodotto di 4a categoria); il buon proposito di questo articolo è di dare 10 buoni motivi per non comprare un Mac (di Windows non ne parlo perchè sono ormai noto). Quindi senza indugio cominciamo ad elencare:

1. Costa di più degli altri pc con le stesse caratteristiche e cosa molto importante con la stessa qualità (Kingston produce le stesse RAM per tutti i portatili, Intel fa gli stessi processori per tutti). Sono sempre convinto che Toshiba o Dell o altri in ambito Notebbok siano motlo più affidabili.
2. Poco personalizzabile, come anche l’hardware al suo interno; volete cambiare un pezzo? Non lo potete fare o se lo fate a vostro rischio e pericolo.Volete cambiare una scheda video con una più potente? State attendi che se lo riaccendete non parte più.
3. Devi tenerti per forza Mac Os sul tuo computer mac anche se vuoi farne a meno. E’ una clausola. Vuoi usare solo Windows? Non puoi! Devi tenere occupati dei gigabyte pure da MacOS altrimenti non va. Di controparte non puoi usare neanche MacOSX su un altro pc…
4. Non è immune da virus come si dice (vedi opener,osx.macarena,mac rumors e altri trovate con google)
5. Non è cosi stabile come si dice.Va in crash. Mac Os X stabile è solo una delle tante trovate pubblicitarie(se cercate su google mac os crash vi salteranno un sacco di esempi)
6. Non è sicuro come dice la pubblicità, il firewall è scarso e i bug non mancano e non sempre vengono risolti tempestivamente. Se non mi credete leggetevi l’intervista di Dino Dai Zovi che l’ha bucato in mezz’ora.
7. La community non è disponibile, è chiusa e non aiuta l’utente se ha problemi con configurazioni o cose del genere, spesso gli danno del troller, perchè siccome chiedono in molti, si pensano che gli utenti si divertano a prendere per i fondelli i ciechi sostenitori del Mac
8. E’ impossibile utilizzare in un sistema gestito con Mac Os alcune periferiche non supportate; e non sono poche (stampanti,scanner,modem,ecc),e se usate Windows sul Mac va a finire che non vi riconosca alcune periferiche apple.
9. Alcuni programmi professionali non girano su Mac Os (vedi autocad,pspice,rhinoceros e tanti altri tutti indispensabili)
10. I giochi che sono su mac Os non sono nemmeno paragonabili a quelli di windows al massimo potete farvi la solita partita a tetris o forza quadro o un bel solitario.

Infine (e questo è una mia considerazione fuori lista) è inutile dire che Steve Jobs non è per niente migliore di Bill Gates, entrambi hanno sfruttato e chissà se continueranno a farlo. Nella nostra storia tutti i totalitarismi sono stati sconfitti, non capisco perchè anche nella storia dell’informatica la piena libertà deve essere ancora minata.
W l’open source!

30 Risposte to “Apple vs Microsoft: 10 motivi per non usarli”

  1. Roberto said

    anch’io tempo fà mi ero convinto che mac era meglio di windows e presi un powerbook g4 17 spesi una fortuna… tigrer mi dava problemi con internet cadeva la linea in continuazione office per mac era una merda photoshop è uguale a winzoz programmi tanti mi davano problemi. Poi disastri su disastri e poi non è vero che hai la qualità vedi l’alluminio che era sul powerbook era tenerissimo il monitor è andato 2 volte in riparazione (ero in garanzia) e la seconda volta dopo 3 mesi di raparazione me l’hanno riportato tale uguale con i pixel bruciati. Si un notebook da 3000 euro che dopo 6 mesi partono ipixel del monitor e di siti ne ho trovato a migliaia di casi.di pixel bruciati . L’ho venduto un’anno fa a 750 euro a un MAc fan fascendogli gli Auguri (gli ho messo anche il cd di ubuntu per provale a convertirlo). Io ero già passato al Linux per fortuna e ho detto in vita mia Mac mai più.

  2. shaytan said

    Commento brevemente da utente GNU/Linux e MacOSX:

    1. è vero costa di più ma è anche da considerare l’assistenza che, esperienza personale, è rapida e di primo livello cosa che non posso dire con altri produttori come Hp, Acer o Asus citando solo le aziende con le quali mi sono scontrato

    2. mettere le mani in hardware non è molto difficile, ovvio che si perde la garanzia, anzi però se volete cambiare qualche componente come la scheda video sappiate che dovrete farlo con la componentistica Apple i firmware sono diversi

    3. assolutamente falso, il mac funziona ugualmente anche senza OSX; e poi detto tra di noi se vuoi un mac per poi mettere solo Win è meglio prendere un pc di qualsiasi altra marca

    4. i virus da te nominate sono solo dei concept, come per GNU/Linux Osx lavora in user space, e quindi non funzionanti a meno che non si lancino di spontanea volontà….ma è ovvio che questo discorso vale per tutti i sistemi operativi del mondo

    5. si, va in crash anche se raramente, chi afferma il contrario non ha capito nulla dei sistemi operativi qualunque essi siano

    6. ci sono bug, e non vengono corretti in modo tempestivo…..non è una cassaforte ma molto dipende da chi lo amministra

    7. non ho mai avuto a che fare con la community mac non saprei cosa dire

    8. generalmente ci sono driver per tutte le periferiche ma è possibile incontrarne anche alcune che non li hanno. Questo è il bruto di utilizzare sistemi operativi poco diffusi tant’è che lo stesso problema lo possiamo incontrare su GNU/Linux. Per quel che riguarda la seconda parte del punto posso dire che i due sistemi non interferiscono uno con l’altro

    9. molti programmi non sono disponibili è vero ma è necessario valutare l’uso che si fa del pc. Se prendiamo ad esempio quelli da te segnalati posso dire che per autocad non si può far nulla se non virtualizzare con parallels, per pspice idem e per rhinoceros è possibile trovare mille software di rendering per mac. Tutto dipende dall’uso che devi fare del pc, faccio un esempio….chi fa audio in modo professionale usa mac perchè anche se esistono le versioni Win degli stessi programmi audio esse fanno praticamente schifo

    10. mac osx non è fatto per giocare

    Concludo dicendo che prendere un mac non significa avere un prodotto superiore ma semplicemente avere una buona assistenza, un buon design ed un buon OS.
    Il mio macbook presenta macOSX e GNU/Linux in dual boot, se devo lavorare ecco GNU/Linux se devo tenere una presentazione o far lezione ecco che si presenta MacOSX.
    Ciao

  3. Citux said

    bhè che dire…..Io sto per comprarmi un MACBOOK e dopo aver letto questo articolo sono ancora più convinto di comprarlo. Sono perfettamente convinto che il MAC non sia la perfezione fatta notebook ma sicuramente è di gran lunga meglio degli altri. Non voglio di certo elencare tutti i pro e contro dei due prodotti ma preferisco dire che scelgo MAC perchè WINDOWS mi ha veramente scocciato. Uso Windows da 15 anni e di una cosa sono sicuro: per far funzionare in maniera quasi corretta e fluida un computer con win bisogna essere troppo esperti. Sinceramente ora voglio qualcosa che FUNZIONI e che soddisfi le mie odierne necessità quindi : scelgo MAC!!!!bella gianni

  4. Pask said

    Caro Ruter, da te non mi aspettavo questa superficialità nell’analisi dei pro e contro di un sistema operativo che tutto sommato condivide le stesse fondamenta Open Source di GNU/Linux. Comunque veniamo ai 10 punti che hai elencato:

    1. Il costo è dovuto a una serie di fattori di cui tu non hai tenuto conto. Come dice Shaytan, l’assistenza è un punto importante, ma non dimentichiamo le innovazione tecnologiche introdotte da Apple ed inoltre i normali pc hanno un costo inferiore anche perchè sono le case produttrici di software che li riempiono di software spazzatura difficile da rimuovere e che nella maggior parte dei casi è completamente inutile.

    2. Ho cambiato un paio di volte ram e hard disk a portatili Apple e non ho mai eseguito un’operazione più semplice dal punto di vista hardware. Cambiare una scheda grafica è tutt’altra storia ma in quel caso bisogna vedere a che scopo e da chi viene fatta una simile operazione e se è giustificata dal costo (se devi cambiare una scheda grafica fai prima a comprarti un pc nuovo).

    3. Quoto in pieno Shaytan aggiungendo: “Mai sentito parlare di Hackintosh” (ovvero come installare Mac OS X su un computer NON Apple)?

    4. Concordo con Shaytan. In tutti i sistemi Unix-based sei tu a confermare una qualsiasi installazione. Sei tu responsabile di quello che accade sulla tua macchina.

    5. Personalmente in due anni di intensissimo utilizzo ho incontrato solo un paio di kernel panic ovvero di blocco completo del sistema. E mi è capitato con due applicazioni in beta ovvero notoriamente non complete.

    6. Il problema di sicurezza a cui ti riferisci riguarda una vulnerabilità di Safari, il browser integrato e non del sistema OS X. Ti ricordo che nessuno in quella manifestazione a cui ti riferisci è riuscito a penetrare nel sistema utilizzando un attacco web lato client (utilizzando vulnerabilità di specifici software), mentre nessuno è riuscito a bucarlo con un attacco di tipo remoto (penetrazione dall’esterno sfruttando vulnerabilità del sistema stesso).

    7.In questo caso non so se ti riferisci a un caso in particolare o sei stato poarticolarmente sfortunato, ma dalla mia esperienza mi sono sempre trovato bene nele varie community dedicate al mondo Mac. Ho sempre trovato competenza e cortesia (sai che utilizzo molto questi mezzi quindi sono sincero quando lo dico). Mi spiace che tu non abbia avuto la stessa impressione.

    8. Questo punto mi sembra un pochino contraddittorio. Se le periferiche non sono supportate perchè ti aspetti che funzionino? Comunque proprio in questi giorni mi è capitato che il mio MacBook fosse l’unico portatile di una rete di 30 calcolatori a riconoscere una stampante di rete e usarla correttamente. Indovinate un pò che sistema avevano gli altri pc?

    9. Questo è un altro punto che da un utente GNU/Linux non mi aspetto come critica. Proprio noi che abbiamo deciso di voltare le spalle al software di Redmond dovremmo essere più addestrati degli altri a scovare e apprezzare le alternative. Comunque un’alternativa ad Autocad e Rhinoceros esiste e si chiama VectoWorks e secondo il mio modesto parere è anche meglio, senza dimenticare l’ottimo Blender (OpenSource).

    10. Dal punto di vista della varietà hai ragione, ma dal punto di vista della qualità non credo cosiderando che gli ultimi portatili di fascia professionale hanno addirittura ben due schede grafiche dedicate.

    Sono a tua disposizione per qualsiasi chiarimento, anche fisico.

    Buona serata.

    • hosiris said

      Mi fa piacere che abbia commentato l’articolo, se non fosse stato così ne sarei rimasto deluso.
      Comunque la mia analisi non è stata per niente superficiale, ma meditata molto a lungo. Tutte le tue spiegazioni non fanno altro che dire “io utente Mac mi trovo bene”, molti miei clienti mi dicono “io utente Windows mi trovo bene”. Non mi parlare di fondamenta comuni, questo non lo posso accettare GNU nasce proprio come contraddizione a Unix e a tutto ciò che era chiuso, Linux nasce come sfida. Insieme hanno fatto la forza di molti utenti che credono che tutto deve essere libero da obblighi aziendali.
      A proposito di libertà, leggi il contratto di Mac OSx e poi vienimi a parlare di hackintosh (di cui ho sentito parlare), non puoi installare un sistema Mac su pc non Mac.
      Saluti

  5. pask said

    Confermo il fatto che io mi trovo bene su piattaforma Mac OS X e se tutte le piattaforme chiuse o aperte che siano avessero un livello di integrazione, affidabilità e semplicità d’uso solo simile a quelle di OS X non staremmo qui a discutere.
    Al di là degli intenti più o meno filantropici o giustamente filosofici da cui nasce GNU o Linux, le fondamenta dei due sistemi sono le stesse che ti piaccia o no. Poi sta comunque nello spirito della comunità Open Source la possibilità di fare ciò che si vuole del codice e alla Apple hanno deciso di tenere aperto il kernel Darwin (liberamente scaricabile) e chiudere tutte le API e i Framework che ci hanno costruito sopra.
    Per quanto riguarda la licenza di Mac OS X, la conosco molto bene e so che non è possibile installare OS X su qualsiasi computer, ma so altrettanto bene che con opportuni accorgimenti è stato fatto. I risultati non sono entusiasmanti (in questo caso si hanno problemi di driver) ma comunque testimoniano che si può installare Mac OS X su un qualsiasi Pc (ci sono riusciti persino su un moderno netbook!!!!!).

    • hosiris said

      I risultati non sono entusiasmanti (in questo caso si hanno problemi di driver) ma comunque testimoniano che si può installare Mac OS X su un qualsiasi Pc

      e di cosa sto parlando io… se “Lui” non da il benestare le cose non funzionano, non mi sembra giusto! Come il non poter masterizzare su cd tdk perchè il firmware del MacBook non li supporta; è normale?
      Comunque noto che lo scopo del mio articolo si è perso. Giustamente ho attaccato una determinata classe di utenti noti per essere “fanatici”.
      Lo scopo primario era una sorta di riflessione sulla libertà nel mondo informatico. (non per rigirare il coltello: come se la passano i programmatori Apple? e i designer?)

  6. pask said

    In che senso come se la passano?
    comunque non è questione di fanatismo. E’ solo questione di trovarsi bene con un determinato prodotto, pur ammettendo i limiti. Lo scopo del tuo articol osi è perso perchè il titolo sembrava una critica costruttiva ad entrambe Microsoft ed Apple, ma si è trasformato il un attacco alla sola Apple.

    • hosiris said

      So che ti sei trovato bene, possibilmente mi troverei bene anche io!
      Ho specificato che non parlavo di Microsoft solo perchè se ne sanno di cotte e di crude, non perchè volessi mettere a tacere, se vuoi posso aggiungere 10 punti su microsoft e 10 su linux…😛

  7. Lincon Six Echo said

    Non so nulla riguardo ai mac perchè non ne ho mai avuti…da quello che ho visto in giro comunque al contrario di quanto dice l’articolo sono veramente degli ottimi computer sempre innovativi come da filosofia apple..posso parlare invece riguardo all’iphone (che nell’articolo viene citato come prodotto di 4a categoria), e posso dire che non esiste dispositivo più bello e piacevole da utilizzare..è dotato, oltre di tutte le features che tutti conoscono, anche del sistema operativo più stabile che abbia mai visto (versione di OSX ottimizzata per girare su uno smartphone). Personalmente ormai sono dell’idea che tutti quelli che ne parlano male lo facciano o perchè sono invidiosi di non averlo, oppure sono davvero ignoranti in materia perchè non è possibile non innamorarsi davanti a tale bellezza. Quindi in conclusione viva Iphone e in generale viva la Apple con i suoi prodotti sempre innovativi, tecnologicamente avanzati e di qualità impareggiabile!

    • hosiris said

      Attaccare le persone etichettandole come invidiose o ignoranti in genere prevede delle conoscenze di fondo. Chissà se hai mai sentito parlare di una marca di smartphone chiamata HTC, che produceva smartphone decenni prima della apple, che ha implementato il total touch secoli prima di apple, che è considerata la miglior produttrice di smartphone.
      Nella vita, quando si arriva a dire delle cose, si ha sempre un minimo di conoscenza! Bisogna solo capire se si riesce a mantenere la totale obiettività dei propri pensieri.
      NB: un singolo caso non ha importanza, 100 casi non hanno importanza, una cosa è importante solo se copre il 99% dei casi.

    • bombus said

      iphone è facile da usare e ha una community molto ben sviluppata, grazie al fatto che tantissimi usano iphone e quindi tantissimi sono interessati a sviluppare x questa piattaforma (oltre al fatto che c’è solo 1 tipo vero di device quindi nessuno sbattimento x la compatibilità), ma dal punto di vista dell’hardware è una vera ladrata (fotocamera da 3.2 o 5mp oggi non è di certo una rivoluzione). desire funziona meglio e costa meno (+ di 200 euro meno).
      nel ramo pc ho sempre usato win, da poco utilizzo ubuntu sul netbook e ho giochicchiato con osX un po’.
      1. win se fosse open sarebbe il miglior sist operativo grazie ad un livello di compatibilità ineguagliato, oltre a una community enorme (pensa a quanti siti hanno o propongono soft x win…). infatti esistono migliaia di tweak che migliorano di molto il prodotto (x non parlare dei mod di win (illegali xò)
      2. linux (ubuntu nel mio caso) è molto più veloce ma necessita di un bel po’ di tempo x ottenere una macchina comparabile con win (soprattutto se consideriamo la gestione della rete di computer di 7, la cosa migliore di questo so)
      3. mac è stracaro, ma è molto comodo da usare, più stabile di windows (escluso 7 che ho trovato molto stabile), e offre più garanzie di trovare software di uso commerciale supportati nativamente dal so rispetto a linux. tuttavia ti impone dei paletti mostruosi.

      quindi la scelta fra i sistemi operativi secondo me dipende da chi li usa:

      1. sei un utilizzatore di medio livello che intende far crescere le potenzialità della propria macchina con pezzi agg? sei un WINDOWS
      2. sei un utilizzatore di livello alto, magari con nozioni di programmazione? sei un LINUX
      3. hai un bel gruzzolo e usi il computer x lavoro, ma non ne sai granchè e non vuoi imparare (oltre al lato artistico/design dove sei molto bravo e super trendy, non sono difetti!)? sei un MAC
      4. usi il computer x giocare? sei un WINDOWS (nessun dubbio)

      5. vuoi avere il massimo possibile dalla tua macchina: MULTIBOOT (io preferisco linux/xp/7)😉

      NB ho avuto una discussione x ipad dove un acquirente di sto coso (con l’oggetto già comprato) aveva detto che x l’uso che faceva poteva sostituire il suo macbok pro con l’ipad… prenditi uno smartphone da 300€ allora! (oltre ad aver insinuato che linux è uno scassone!)

      PS un commento su iphone: verò ha lo schermo in vetro infatti: 1 si riga, 2. esplode (notizie su ogni e ripeto ogni testata giornalistica), 3.sotto il vetro c’è un vecchio lcd mentre in giro ci sono già amoLED)
      non ce l’ho con apple ho un ipod classic splendido e con un ottimo rapporto prezzo/qualità…

  8. France said

    Concordo pienamente con quanto scritto!
    Apple è una sola e basta e ve lo dice uno che ha fatto la stupidaggine di comprare ben 2 computer apple: un imac e un macbook. Poi li ho gloriosamente rivenduti e attualmente ho un portatile compaq con Windows7 che va da Dio!!!!
    Bisogna dire che almeno all’inizio un mac riesce ad entusiasmare: è figo, è diverso da windows, ecc…
    Ma poi con il tempo ecco che spuntano fuori i problemi:
    Problemi dell’Imac:
    Rumoroso (quando parte la ventola sembra di stare su un elicottero), si accendeva lo schermo durante la notte (a rischio di infarto), il mouse ci metteva parecchio tempo a connettersi, ovviamente non il mighty mouse che è il peggior mouse dell’universo.
    SI IMPALLAVA!!!! E la cosa mi ha fatto parecchio incazzare visto che uno dei punti di forza della apple sarebbe proprio la stabilità… ma dove??!!? Almeno un paio di volte a settimana si bloccava ed ero costretto a spegnerlo dal pulsante.
    Avevo l’imac bianco intel 20 pollici che con il tempo si è …. ingiallito!! Ma signora Apple, mi prendi per il culo? Spendo più di 1000 euro e il computer mi diventa giallo dopo 6 mesi???
    Sono passato da Tiger nativo a Leopard e il computer è diventato un bradipo. Questo significa che è meglio se non cambi os, visto che “è stato costruito per quel os”…. e si vede!!!

    Problemi Macbook.
    Avevo il modello base. E’ uno schifo di computer. Lo schermo faceva letteralmente pietà, orribile sotto ogni punto di vista.
    In più non mi è mai andata giu la storia che il modello base non avesse il masterizzatore dvd…. Ma che davero? Nel 2008 il masterizzatore dvd è considerato dalla apple ancora un accessorio d’elite? Quasi 1000 euro e non mi dai il masterizzatore dvd? Mah… (ok lo sapevo che non c’era…)
    Il rivestimento in plastica era imbarazzante, avrei potuto incrinare lo schermo con una sola mano.
    La simmetria per la Apple è un’optional visto che lo schermo e la scocca erano tutte storte.
    Ci metteva un sacco di tempo a connettersi alla mia rete wireless e spesso non la trovava.
    Non potevo abbassare lo schermo perchè entrava per forza in standby.
    Le ventole hanno bruciato la plastica dopo pochi mesi. E dopo pochi mesi si è ingiallito dove si appoggiano i polsi (mi lavo regolarmente)
    Leopard nativo ma di una lentezza disarmante.

    Odio generale verso Apple dopo le mie esperienze con i prodotti di Cupertino.

    Innanzitutto mi sta tantissimo sulle palle Steve Jobs che si è costruito l’immagine di una vittima/genio incompreso quando invece è un grandissimo figldiputt. La Apple non fa altro che attaccare la microsoft con quella pubblicità orrenda dei due Apple-Windows in cui l’apple è un gran fighetto e windows un fesso in giacca e cravatta. Bene, mi sento offeso, io non sono una persona che indossa giacca e cravatta….anche se uso windows…(con tantissima soddisfazione, W7 è stupendo!!!)
    Anche il marketing sul sito è orrendo e vecchio: “il miglior sistema operativo del mondo” …del globo terracqueo aggiungerei…
    Un pò di modestia no è? Vi fate i complimenti da soli?
    Ragazzi, io sono l’uomo più figo del mondo, Brad Pitt mi fa una pippa!
    “Il massimo degli all-in-one”… e tutti i fanboy apple che sbrodolano…
    E vi ricordate lo slogan di quella grandissima sola dell’ipod shuffle? “Il palyer più piccolo al (ovviamente) mondo”. Talmente piccolo che i ocmandi sono sugli auricolari…ma bravi, ingenieri della Apple siete furbissimi!!! Se si rompono gli auricolari (cosa ovvia) lo sfigato che ha lo shuffle deve per forza ricomprarli da voi sennò addio ipod!!! Bella idea!! E migliaia di fessi ci sono cascati.

    Per i computer Apple.
    Prima cosa: quel maledetto suono BOOOOING che si ha all’inizio… ma come cazzo vi è venuto in mente di metterlo???! Ogni volta che accendevo il computer la notte ero in ansia di svegliare tutta la famiglia! I fan boy della apple dicono che quel suono serve per far capire all’utente che il sistema si è avviato. A parte che non è vero perchè a me è successo spesso che partisse il going ma il sistema rimaneva impallato alla meletta che gira, ma poi c’era bisogno di fare un suono cosi alto?? Mi dovrei gasare ogni volta che lo accendo? A me crava nervosismo e bata. E poi…. Ma perchè diavolo non mi date la possibilità di toglierlo o per lo meno di abbassarlo senza dovermi ricordare di abbassare il volume generale prima di spegnerlo.
    Poi… Stabili su sta minc..a. Il messaggio “Questo programma si è chiuso inaspettatamente” mi è apparso centinaia di volte su entrambi i miei odiatissimi mac. Ma cha cavolo vuol dire “inaspettatamente”? Per chi inaspettatamente? Per il computer? Per me? E’ ovvio che l’applicazione si chiude inaspettatamente, non che che quando uso Mac:office (orrendo) mi aspetto che l’applicaizone si chiuda….
    Anche quella maledetta pallina colorata a mò di arcobaleno, l’ho guardata girare per ore e ore… insopportabile e soprattutto non capisci per quale motivo!! Ad un certo punto con qualsiasi programma ecco che appare la rotellina… Boh… almeno con windows si riesce ad individuare il problema. Il mac è un sistema talmente chiuso che se va ben, allora ok, ma se va male… te lo tieni cosi…
    Vogliamo parlare della tastiera? MA che cavolo di tastiera è!!!! Mancano i tasti!!!! Manca il tasto CANC!! Io lo uso spesso il tasto canc, perchè non devo averne il privilegio visto che ho speso 1000 euro?? Il fanboy risponde: “si ma se premi mela e backspace hai la stessa funzione” Ma io non voglio premere trenta tasti per fare un cosa!!! Questo mi rallenterebbe il lavoro! Non devo essere io ad adeguarmi al sistema, ma è il sistema che si deve adeguare a me! Con il mac sei obbligato a fare come dice lui!!!! Almeno con windows si può lavorare velocemente facendo interagire i comandi della tastiera e il mouse! con la apple sei obbliga a usare solo il mouse la maggior parte delle volte!! E cosi perdi tempo…
    Come anche la visualizzazione delle foto… davvero ridicola, non ci sono programmi decenti. In più la normale visualizzazione delle icone con anteprima è fatta male, molto meglio la classica cartella di windows.

    Il trackpad: ho provato il tanto apprezzato trackpad di un macbookpro di ultima generazione, quello che se ci metti 5 dita e il naso ti fa andare in estasi…. E’ uno schifo, devi stare attentissimo perchè se osi appoggiare un dito per sbaglio sul quella superficie gigante del trackpad fai un casino incalcolabile! Molto melgio il classico trackpad che ho sul mio compaq. Fra l’altro, diciamolo, il macbook pro è esteticamente orribile, sembra un carroarmato…

    Ma la cosa che mi fa più odiare la apple, a parte quella faccia di pene di jobs, a parte il sistema ermetico a cui tu ti devi adattare ( a differenza di windows) è il prezzo esagerato: insomma un macbook pro costa minimo 1600 euro!! E non c’è scelta: ad esempio io avrei gradito avere un computer apple con caratteristiche medio-basse (non mi serve un computer con 8000000 di ram e cose belle…) ma avrei voluto uno schermo da 15 pollici… NO!! La apple non lo fa, se lo vuoi devi spendere 1600 euro e prenderti un pro che ti durerà tutta la vita (parentesi: anche questa storia che il mac ti dura anni è una gran cazzata: non stiamo mica parlando di un materasso, stiamo parlando di un prodotto tecnologico che diventa gia vecchio dopo 6 mesi.. e allora dov’è l’affare? Ti ritrovi un computer pagato un occhio della testa che lentamente invecchia e il mac user non può fare altro che rimanere a guardare la tecnologia altrui che avanza, mentre lui rimane fermo al suo mac… Ma non vi fa tenerezza vedere gente che sfoggia il proprio powerbook di 7 anni fa? Gli dici.. “Ti passo questo file via bluetooth.. e loro ti rispondono “no non posso, il bluetooth non esisteva quando ho comprato il mio powerbook, però ti consiglio di passare a mac perchè è bellissimo e senza mac le ragazze non ti si filano…. Ahhhhhaahahah!!)

    Comunque tutto l’odio nei confronti della Apple nasce dal prezzo. Per quale motivo i computer mac costano circa il doppio? I componenti hardware sono i soliti, i programmi sono i soliti (identici) a parte finalcut e aperture. E allora perchè costano cosi tanto? Fin quando la apple, circa 15 anni fa, era un’azienda elitaria lo posso anche capire, ma adesso che i computer apple sono in mano a cani e porci perchè non avete abbassato i prezzi?? Insomma il mio ex-macbook valeva si e no 500 euro e in quel caso forse, dico forse, lo avrei anche ricomprato visto che posso usare anche windows. Ma allo stato attuale mi sento un fesso a spendere 1000 euro per un computer con caratteristiche ridicole!! Ho preso un compaq: 4bg di ram, 500gb di hd, intel core 2 Duo a 499 euro….
    Ma il fanboy-schiavo-apple risponde: “Ci sono molte features che ha un computer apple!!!!” Si infatti, è vero, ma non me ne può fregare de meno!!! Ad esempio il macbook pro ha quel maledettissimo led che pulsa quando il coperchio è chiuso. Ebbene quel led è nascosto dietro alla scocca di metallo (supermegametallo) che è stato forato da nanofori in modo tale che non si veda niente quando il led è spento. Perchè???? E soprattutto quanto è costato??? Ed è pieno di cazzate cosi….

    Insomma, io ho fatto l’errore di ocmprare 2 mac, mai errore più grosso in vita mia!!!

    • fede said

      l’hai detto tu stesso, sei un uomo in giacca e cravatta… tieniti win!😀
      (non sono riuscito a leggere tutto il tuo post perche’ proprio mi veniva male, in ogni caso il boing dell’inizio si puo’ togliere.)

  9. Mac said

    France, si vede proprio che sei di un’ignoranza impareggiabile!

    • hosiris said

      Mac ho approvato il tuo commento solo per far vedere la differenza tra chi parla seriamente e di chi lo fa a vuoto!
      Iniziando dalla banalità che non sei riuscito a cliccare su replica riferendoti ad un commento già esistente!!!
      Passerei all’analisi dei testi!!! Un tema contro una frase, scusa ma direi proprio che hai perso. In qualsiasi società si portano delle prove a sostegno delle ipotesi, tu cosa hai dato? In che modo hai fatto crescere la società?
      Credi che solo perchè il tuo nick è Mac allora ne sai qualcosa? Vedi i commenti di Pask per capire di cosa parlo: quello è uno che la pensa in maniera diversa da me e soprattutto è da rispettare perchè ha spiegato ogni sua convinzione!

      Dopotutto mi fa piacere sapere che dopo un anno sto post crea ancoa scompiglio, è proprio quello che volevo!!!

  10. Gabrydober said

    no, non ci siamo capiti ragazzi…la mia esperienza.

    Partito con un soddisfacente p4 con xp, 512mb di ram, ati x800, che dopo solo un mese era diventato un fossile. programmi decenti che girassero decentemente, pochissimi (virtualdj, photoshop, emule…)ZERO.

    deluso aggiornai l’hardware implementando la ram a 2 giga e facendo un overclocking generale del 5%

    Xp velocissimo e potente per meno di 2 mesi, nonostante le pulizie del registro e un antivirus leggero (avast)

    Decisi di avvicinarmi al mondo linux, e nei 2 anni successivi, stetti dietro, passarndo per varie e piu potenti macchine, sia a xp che a ubuntu (dalla versione 7 alla versione 9.10) avvalendomi del dual boot. Linux, infine mi soddisfece, forse piu per la grafica strasoggettiva, o forse perche non ero costretto a riavvii, virus, ecc ecc (che poi e’ una cagata perche per ubuntu i virus ci sono eccome…)

    Per la musica. Collegare la chitarra nel jack microfono era un impresa. dopo le mezze ore passate nei forum a capire come smadonnare correttamente con jack, finalmente il sistema rilevava audio in entrata, provo un programma per effetti di chitarra. audio spareggiato, gracchii e strombamenti vari. in piu crashava e si chiudeva da solo. chemmerda. e va be, provo a fare un filmato di me in snowboard con amici. tutti i programmi erano in testing e poco stabili, cerco aiuto in rete e l’unica cosa che ottengo e’ sapere che “ubuntu e’ molto indietro con l’editing video ma i team di esperti ci stanno lavorando…”boh. e che dire di gimp? dai photoshop gli fa una sega doppia…dopo le ore a cercare di far riconoscere la mia eos 350d.iPod touch?inutilizzabile.tornai parzialmente per qualche tempo a XP media center, e le cose filarono un pochino meglio ma…be, presi seriamente in considerazione l’idea di mac. tutti ne parlavano bene, poi adesso coi processori intel bla bla compatibili, mac osX…il sito? hmm, affascinante. E da li l’idea. Hackintosh. Scheda video p5kpl-vm. scheda video ati X1500. Intel c2d 8400 tirato su a 2.7 ghz. e iso i iAktos. audio piu che ok,sia in entrata che in uscita, problemi iniziali con la scheda video poi risolti, e brillantemente.collegati una logitech cam v3000, una stampante hp deskjet, la fotocamera di cui sopra e il touch, tastiera e mouse usb. difetto: non vede le porte ps2 (granchissenefrega.)
    e per non parlare della completezza e facilita’ dei programmi.
    non passo’ molto tempo prima che mi decidessi. Comprai un MacMini, quello da cui vi scrivo ora. non fa un rumore e puo arrivare a soli 14watt di consumo elettrico. Test dimostrano che il costo del mac (549 euro) si ammortizza in 2 anni solo per il risparmio energetico. inutile dirvi che e’ molto silenzioso, non fa alcun rumore, non surriscalda, ed e’ abbastanza buono come macchina, (geforce 9400, c2d 2.26 ghz, e i piu che abbondanti 2 gb ramo ddr3 1066 non mi sembrano eccessivi 549 euro…) e con un sistema (osx Snow) leggero come una piuma d’oca, snello, veloce, stabile e accattivante da vedere.

    Morale.
    M$ sprofonda
    Linux, sei un’ottima idea e sono certo che sarai il futuro, ma svegliati…
    Apple, nel presente la piu avanzata, senza dubbio
    (PS i virus per mac sono tutti una bufala leggete su google)
    buonanotte🙂

  11. dodo said

    credo che gabry mi ha tolto le parole di bocca io ho avuto windows mac e linux ogniuno dei tre ha punti a favore e punti contro ma onestamente la stabilita la semplicita d uso e la qualita di un mac non ha paragoni e poi suvvia non paragoniamo linux a microsoft o mac, fate solo ridere ubuntu di qua ubuntu di la complicato poco intuitivo performance non eccezzionali e per che cosa poi?giochi decenti nessuno programmi veramente importanti nessuno o preistorici insomma tenetevi pure linux ma non pretendete che alla gente piaccia crescera le basi ci sono ma siamo anni luce anche solo da microsoft.ultima cosa iphone cellulare di 4 categoria?non voglio elencarne i pregi tanto tutti li conoscono ricordate solo che il cellulare di 4 categoria ha rivoluzionato il mondo dei cellulari e tutti ma dico proprio tutti lo stanno provando a copiare poi ogniuno puo pensarla come vuole ma un po di obbiettivita a volte ci vorrebbe…….

    • hosiris said

      Caro Dodo da quello che dici è lampante che non hai mai veramente usato linux… già parlando di linux riferendoti al solo Ubuntu è indice di quanto poco sai, poi surclassandolo rispetto Windows e Mac conferma il tutto.
      Visto che non sono riuscito a farmi capire, provo a fare degli esempi in altri campi: parlo di macchine, adoro le Alfa e la Ferrari… siamo d’accordo che sono entrambe delle macchine eccezionali, ma una (la Ferrari) ha qualcosa di più, oltre il costo. E’ alta ingegneria, non ha pecche progettuali è ben costruita, è tutto. Questo non vuol dire che l’Alfa sia una ciofeca, ma solo che può capitare che questa dia dei problemi.
      Per essere certo che abbiate capito: la Ferrari è linux, non perchè ci permette di giocare (me ne frego) e neanche perchè ha un interfaccia bella (anche se gli ambienti linux sono molto più personalizzabili) ma parlo di codice, parlo di progettazione.
      Questo perchè la vedo da informatico, poi ognuno guarda il mondo dal suo punto di vista e magari verrà qualcuno che mi dirà che la cosa più importante in un software non è il codice, ma quanto è bello! Scusate se mi oppongo a questo!
      Per la storia dell’iphone… e basta! Per innovazione si intende una cosa nuova, mai vista! Ripeto che non c’è innovazione in qualcosa già visto nel mercato. Per imitazione si intende quando cerchi di prendere una funzionalità buona e copiarla. Così si cerca di imitare dell’iphone? Eggià solo la forma, che è bella niente da dire, ma solo il design, non mi sembra un qualcosa di importante dal punto di vista tecnologico! Accelerometri, Touch Screen, Wifi … ogni cosa che vi viene in mente: ESISTEVA GIA’, ma magari si è troppo pigri da cercare su internet quelle notizie che non vengono pubblicizzate in tv.

      • GabryDober said

        Hosiris, qua ti volevo.
        “parlo di codice, parlo di progettazione”

        Indovina un po da dove viene il codice sorgente di Mac?
        UNIX!

        Il vantaggio di mac sugli altri e’ che e’ riuscita a far lavorare bene un codice gia ottimo di suo…

        Sul tuo paragone Ferrari- Alfa: Azzeccatissimo

        La ferrari e’ tutta motore, optionals e comfort ZERO, rispetto a una bella alfa.
        Inoltre come tutti i motori sportivi, quello della ferrari dura un decimo rispetto a un motore di serie (ho visto alfa e opel con piu di 200.000 km, mai una ferrari oltre gli 80.000, per non parlare dei problemi)

        Inoltre, nel traffico della citta’ sfrutti piu una bicicletta di una ferrari…

        La metafora serve a capire che si, i sistemi linux sono stabili e certamente piu performanti e sicuri di M$ (ubuntu ad esempio, come Fedora e’ del tutto impenetrabile-anche se non immune da virus, ripeto-)

        Riguardo alle tecnologie di iphone, credo tu sia confuso…
        -Gli accelerometri esistevano ma mai prima di allora su un dispositivo mobile.
        -Solo il touchscreen ha qualcosa come 300 brevetti.
        -e’ ancora l’unico sul mercato ad avere uno schermo in vetro (materiali di qualita’ quindi, al contrario dei plasticoni koreani di lg e samsung)

        Ha le sue pecche, e’ vero, ad esempio non hanno ancora sviluppato un flashplayer (di utilita’ relativa perche comunque per FB e Youtube ad esempio ci sono apps dedicate-leggi piu veloci di un qualunque browser-)
        e sarebbe figo se sbloccassero il fottuto bluetooth.
        Ti ho gia detto che puoi ovviare a questi difetti con una procedura da 5 minuti chiamata blackra1n jailbreack?

      • hosiris said

        Mi sono documentato su quello che è stato scritto nell’ultimo commento… solo che non scriverò! Da quanto vedo adesso scriverò tutto quello che ho letto (che per inciso mi da ragione per l’80%) e qualcuno replicherà e non finiremo più! Diciamo che ognuno continui ad usare il proprio sistema, poi se qualcuno è curioso, confrontando notizie basandosi sulle date, potrebbe arrivare a conclusioni! Per quanto mi riguarda continuerò ad usare software libero, per lo meno mi da la possibilità di tenere la mente aperta.

  12. Morze81 said

    Mah, leggo e rimango molto perplesso…

    Innanzitutto i miei elogi all’autore del thread padre: un’analisi soggettiva ma ben documentata.
    Molti commenti pertinenti, illuminanti ed intelligenti. Altri (moltissimi) fuori luogo, trasudanti di ingnoranza e, per questo, inutili.

    Mi permetto di rispondere a questo post perchè da pochi giorni sono un felicissimo possessore di un MacBook nuovo di zecca, pagato 1150 euro.
    Informaticamente sono la mediocrità alla seconda. Il classico amico della compagnia che “ne sa” qualcosa in più degli altri, e a cui gli altri si rivolgono quando hanno problemi con virus, impostazioni, formattazioni, ecc… La mia pseudo-meglio- competenza è data dal lavoro che svolgo, consulente informatico applicativo, faccio avviamento clienti su un software web based, e spesso mi trovo a lavoricchiare con dati, fogli di testo, sql, import-export dati, ecc…insomma, manovalanza informatica di primo livello.

    Ho scelto Apple dopo anni (praticamente tutta la vita) di Windows. E ne sono a dir poco entusiasta. Bello, veloce, intuitivo, stabile e ben assistito.

    Ora la domanda da porsi è: perchè ho scelto Apple? Controdomanda: come si sceglie, ad esempio, un mezzo di trasporto? Semplice:

    – sono single, mi piace la spider ma ho pochi soldi? Tralasciando l’ipotesi usato, o mi accontento di qualcosa che gli somiglia, oppure mi accontento di un’altro tipo di auto, bella, funzionale, con tanti optional, ma che non è una spider: le spider costano di più, punto, magari solo perchè sono belle e i produttori devono ripagarsi i costi di studio del design…e nonostante costi di più, avrò meno bagagliaio e due soli posti! Tiè!
    – ho un’impresa e devo effettuare consegne? Un furgone, non c’è che dire, spazioso, solido ma decisamente poco accattivante. Ed ovviamente più soggetto a rotture, per la sola legge delle probabilità (più utilizzo = più possibilità di rottura)…conoscendo chi fa consegne, spesso ci caricherà più del dovuto, e le sospensioni scoppieranno…una bella visitina del meccanico e il mezzo riparte, magari non farà ancora molta strada…
    – devo spostare la terra all’interno del mio cantiere e non ci devo camminare per strada? Un bel bulldozzer! Bello o brutto, questioni soggettive. Tanto se mi ribalto sono affari miei, se lo ammacco sono affari miei, e se ci voglio andare a trecento all’ora nessuno mi dirà niente: sono nel MIO cantiere, quindi faccio ciò che voglio.
    – sono un padre di famiglia moglie-due figli-cane-lavoro in banca-quattromila euro al mese-due settimane al mare in estate-una in inverno in montagna-gitarella a pasqua-all’estero ci vado solo in aereo? Beh, qui comandano il cuore, il gusto, l’abitudine ed il carattere: senza grandi pretese e grosse esigenze, il livello dei prodotti si riassesta (più o meno) e tutto dipende da ciò che voglio e ciò a cui sono disposto a rinunciare…e visto che le risorse economiche non mi mancano, sarò io a decidere cosa comprarmi: un super berlinone tedesco alta gamma per viaggiare comodo e andare al mare in toscana, oppure una medocre station wagon coreana per andare all’aeroporto e girarmi un posto diverso ogni mese, e vedermi tutto il mondo…sono pur sempre padrone dei miei soldi, pertanto li indirizzo dove voglio.

    Chiedo scusa per l’ironia della descrizione, ma voglio arrivare ad un punto ben preciso: non credo davvero esista un prodotto migliore degli altri, perchè ognuno eccelle in ciò che sa fare meglio.

    Una signora di una certa età si troverà sicuramente male con Linux perchè poco conosciuto e non potrà chiedere una mano al figlio della vicina “che ne sa di computer”. Uno smanettone che compra un device alla settimana, ha bisogno di 10 prese usb alla volta, vuole smontare e rimontare il suo pc ed installare qualsiasi beta gli capiti sotto mano si troverà male con Apple, troppo “chiuso”, sofisticato e poco implementabile. Un’azienda che sta nel mercato non potrà sottrarsi alla casa di Redmond: esige il massimo della compatibilità e della sfruttabilità, e soprattutto deve assumere gente che sappia “usare il computer”… e “il computer” al mondo d’oggi è ancora Microsoft, che piaccia o meno. Chi usa invece il pc per il classico trio “internet, mail e mp3” può scegliere ciò che vuole, basta che sappia in anticipo dove potrà arrivare, cosà potrà fare e non fare e, soprattutto, ciò che spenderà…

    Sono arrivato ad Apple perchè cerco:

    – stabilità: per i mediocri come me, i pc Windows si devono formattare di media ogni quattro anni (se non prima, ad esempio chi ha comprato Vista appena uscito…), installando e disintallando roba prima o poi si perde qualche file, poi il pc rallenta, poi inizia a fare scherzi, poi ci si piglia il virus…sfido chiunque a sostenere il contrario
    – sicurezza: gli Apple, in quanto Linux/Unix based, sono più sicuri, come qualcuno in questo post ha già avuto modo di dimostrare.
    – velocità: hw e sw studiati per funzionare assieme si sentono, non per altro sono storicamente la scelta di riferimento dei grafici e produttori musicali.
    – assistenza: degna di questo nome, interventi presi su appuntamento e solo con copertura di magazzino (se devo sostituirti un pezzo ti fisso un appuntamento solo quando so che avrò in casa questo pezzo…geniale no?). Morale: 60% circa degli interventi risolti in meno di mezz’ora. Ho lavorato con uno di questi centri e so perfettamente di cosa parlo, le cifre che ho dato non sono sparate.
    – bellezza: anche se il concetto è soggettivo, tutto si può dire tranne che gli Apple siano brutti…
    – “fighezza”: questa caratteristica nasce da tutte le attenzioni e le caratteristiche, magari anche inutili, che un Apple ha e gli altri no: la mela che si illumina dietro, il connettore magnetico dell’alimentatore che se inciampi si stacca, il trackpad multitouch che è a dir poco meraviglioso e innovativo, i software dedicati, ecc…

    Sono perfettamente conscio del fatto che:
    – costa il doppio degli altri (sono disposto a spenderli)
    – posso smanettarci molto meno (non è la mia priorità. anzi, non l’ho mai fatto)
    – ho solo due prese usb (non me ne servono di più)
    – non ho un lettore blu-ray e uno slot SD (al momento non mi servono…un domani, al massimo, mi affiderò a drive esterni)
    – non ho un’uscita vga, e per fare uscire video devo comprare un adattatore (esigenza che non sento)

    A fronte di tutto ciò, ho fatto davvero una cavolata a prendere Apple? Io ritengo di no. anzi ne sono convito.

    Spero di aver fatto capire a tutti il mio punto di vista sulla questione, e di non avervi annoiato.
    Consiglio infine a tutti di evitare i paragoni forzati tra cose palesemente diverse, in nome del nostro essere “italianicamente” e geneticamente “tifosi” di qualcosa e a tutti i costi. Anche a costo di diventare biechi, ciechi e poco obiettivi.

    Ciao

    • hosiris said

      Wow… ci si scrive un altro post con questo commento😀
      Ti ringrazio sia dei complimenti che dello sforzo fatto per trasmettere il tuo messaggio… non potevo non accettarlo.
      Mi fa stupore soprattutto il fatto che dopo più di un anno e mezzo questo post sia ancora il più letto tra tutti i miei articoli, ma solo adesso comincio ad avere delle soddisfazioni.
      Quando scrissi il post volevo solo stuzzicare la comunità, volevo che il mondo informatico uscisse dalla moltitudine di schemi e nel farlo ho anche dato delle mie motivazioni. Tutto questo ha portato però ad un effetto contrario: orde di mac-user che cercavano di difendere il proprio pordotto.
      Quest’ultimo commento mi rincuora: qualcuno ha capito il messaggio di fondo, qualcuno ha capito che era un post soggettivo e soprattutto qualcuno ha impostato un ulteriore modo di ragionare, diverso dal mio, ma che porta ad una conclusione soggettiva e ragionata.

      Grazie, spero di ricevere ulteriori commenti da parte tua

  13. Morze81 said

    Diceva un mio professore del liceo: “l’intelligenza spesso sta nelle orecchie di chi ascolta”.

    Grazie dei complimenti (ovviamente contraccambiati) e nuovamente complimenti per non aver cercato di farmi cambiare idea, scatenando il famoso effetto “moderazione” di moltissimi blog, che ad un certo punto sono costretti a chiudere i thread per eccesso di violenza verbale…io la penso così, tu la pensi cosà e ci si confronta: poi, se uno vuole, cambierà idea grazie all’arricchimento di entrambi.

    Volevo dire ancora una cosa su Apple e sul tuo giudizio dell’iPhone, giudicato come prodotto di 4a categoria.

    Credo fortemente una cosa: Apple ha costruito la sua storia sulla potenza e sull’affidabilità, il presente lo sta costruendo sull’immagine e sul marchio. Logico, dal momento in cui anche i Pc hanno raggiunto le stesse vette di potenza di elaborazione, un’azienda deve saper virare laddove il mercato è più inesplorato. Ammetto ciò perchè tutto in Apple ruota attorno alla componente emotiva: la scelta del logo, dei colori, delle forme, del design, della presentazione. Con questo dichiaro anche che, a mio parere, dietro la confezione c’è un’infinità di sostanza, a differenza di altri marchi. Ma, come dicevo, sappiamo già come la pensiamo entrambi.

    Penso che affacciarsi al mondo Apple significhi entrare in un gruppo, o in un piccolo mondo a sè, fatto di regole da accettare e di clichè che si ripetono. L’utente Apple sa in partenza che acquista qualcosa che eccelle in alcuni ambiti, e pecca clamorosamente in altri. Perchè? Forse, banalmente, perchè è bello e piace così…
    Il fatto che l’iPhone appena uscito non potesse inviare MMS e non avesse il multitasking ha stupito tutto il mondo, ma non gli utenti Apple. Si sa già che Cupertino ti vende il nuovo device “alla -1”, per poi presentarti il modello “alla 2a” un annetto dopo.
    Stessa cosa successe con iPod: la radio FM la si è vista solo sulla 5a generazione di iPod Nano.
    Stessa cosa succederà con iPad: niente videocamera integrata, niente multitasking e niente porte USB. Occorre che ti dica quando le vedremo? Non credo…

    Il fatto è che forse Apple sa di, perdonami il linguaggio, “avercelo più duro”: ti sforna qualcosa di geniale ed rivoluzionario a tal punto (e sfido chiunque a dire che iPod, iPhone e iPad non lo siano!) da potersi permettere di burattinare il mercato come meglio crede. E di, diciamocelo pure, prenderci in giro.

    Ora, a onor del vero, io un iPhone non me lo sono mai comprato. Un po’ per indifferenza, un po’ per non voler rinunciare a certe features (vedi MMS e GPS integrato), un po’ anche per la politica vergognosa delle nostre compagnie telefoniche. Non potrò mai però nascondere la mia ammirazione per l’oggetto in sè,esteticamente meraviglioso, innovativo con quello schermo touch che più touch non si può, elementare ed intuitivo a tal punto che è quasi impossibile non restarne folgorati. Forse cederò con iPhone4, ma non ne sono sicuro.

    Il succo del discorso è: il mercato al giorno d’oggi è complesso, molto più di pochi anni fa. Il mercato dove è nata, cresciuta e si è imposta Microsoft era molto acerbo, e non è da escludere che abbia avuto successo più per astuzia che per meriti reali.
    Ora le cose sono cambiate. Detto francamente, il mondo non aveva bisogno di un nuovo smartphone. Aveva bisogno di un nuovo oggetto del desiderio che prendesse le distanze da quanto finora visto nelle vetrine dei negozi. Il desiderio si è materializzato con iPhone, ed il mondo ha accettato questo nuovo dogma.
    Ai tempi della nascita Microsoft e Macintosh il consumatore poteva scegliere, ma non sapeva farlo. Ora ci sono sia concorrenza che consapevolezza, ed il mercato ha incoronato il vincitore. Se fosse stata davvero una ciofeca, credo che sarebbero già spariti dalla circolazione

    Ciao

  14. fanz said

    un saluto e complimenti per la discussione avviata e gli “spunti” mi trovo qua a scrivere dopo più di un anno..ho visto che c’è stata una pausa da luglio;)
    ci sono capitato per caso, cercando risposte ad una cosa assurda che mi irrita non poco..ma perchè per aggiornare una “semplice” scheda video per un mac che sia un g5 un pò datato o un pro intel (già al momento dell’uscita dotate di prestazioni..non proprio all’altezza in rapporto al lvello (visto che parliamo di una macchina PRO,)BISOGNA IMPAZZIRE SU SITI, SU EBAY, MAGARI QUELLO AMERICANO, O CERCARE COMPONENTI PER PC E POI “FLASHARLE” PER FARLE FUNZIONARE,(scusa avevo lasciato la maiuscola attivata;) o pagarle più del doppio di quanto dovrebbero costare..che sia una dimm ram, o una ati o una nvidia perchè devono costare il doppio delle controparti pc, o addirittura essere così difficili da trovare..il costo di un pro rispetto all’imac o altro è proprio la possibilità di espanderlo, che ne allungherebbe la vita e quindi giustificherebbe il costo alto dell’inizio, ben ripagato da efficienza, stabilità e, diciamolo, design, ma questo è soggettivo..ma se per espanderlo diventa così complesso..ho rinunciato all’acquisto pochi mesi or sono proprio di un dual g5 ad un prezzo (stranamente) onesto, visto che gli utenti mac pare non si rendano conto del termine “obsolescenza” e sparano cifre assurde pure per macchine di 4 o 5 anni..ma ho desistito proprio per la difficoltà a trovare una adatta scheda video in sostituzione di quella montata su..e già il g5 aveva diversi slot agp, pci etc..quindi cerca quella giusta..il max pareva essere una 7800,, a cifre doppie di una media ottima scheda hd recente..che sia ati o nvidia, ormai il mercato si è ridotto a due soli contendenti pure lì..
    è proprio quello il problema…il mercato..
    che non abbia vinto MAI il migliore purtroppo è una storia che si ripete, spesso ottenebrata da pubblicità, marketing, ignoranza o ingiustizia..
    non a caso il miglior so dei cellulari smarphone attuali pare essere android..e i migliori cell appunto “figli” dei vari processori arm e tecnologie hardware/software che seppur in minoranza derivano dai concorrenti del passato..tutte quelle macchine che si sono più o meno estinte in favore del peggio..ricordiamo non so, i dec alpha, (con quei nomi, il processore strong arm che ispirava potenza al solo nome) o gli acorn archimedes, o l’atari o ancora il mitico commodore Amiga..macchina meravigliosa, avanti 10 anni (mi sembra ma non ci giurerei che lo stesso Bill Gates ammise questo agli inizi degli anni 90) con una pipeline grafica che anticipava le architetture concorrenti di anni appunto, e caratteristiche d’avanguardia, robustezza, operatività etc..perdonate cerco di fare ordine al mio flusso di pensiero, e probabilmente, nel tentativo di sintetizzare la mia incapacità ad essere sintetico;) faccio, appunto, confusione, non sono un “informatico” anzi, mi reputo un ignorante in materia, che ricerca (ricercava) la qualità e la vera evoluzione..ma il popolo ed il mercato spesso l’han data vinta a tecnologie inferiori, vedi il vhs col video2000 e altre cose..ma cerco di non dilungarmi (si l’ho già fatto;) insomma al tempo c’erano diverse reali alternative ai due..mac e win..(avevo dimenticato i silicon graphix, essendo interessato in particolare alla video/grafica..e infatti a parte il silicon l’altro ad aver imposto uno standard (sepppur di nicchia) fu il video toaster amiga, purtroppo solo ntsc, prima che l’amiga fosse fatta fallire..ho provato per anni a mantenere vivo un vecchio a4000 con schede aggiuntive, upgrade di processori (costosissimi) scheda per videoediting..ma alla fine si esaurisce a stare appresso a tutto questo a scapito della utilità..
    oggi l’unico vero concorrente rimasto ai due colossi (vabbè win è il colosso, mac, l’alternativa di nicchia chic..e pensare che un tempo anche una pubblicità indicava il pc come “serio” e mac “creativo” per alternativi, quasi con malcelato disprezzo) è linux..
    al momento in cui scrivo sto usando proprio un mio vecchio muletto assemblato anni fa con ubuntu..al mio primo periodo di prova con tale so. e mi dispiace perchè nonostante tanta fatica per provare ad usarlo al meglio non è esente da difetti..forse dovrei trovare qualcuno un pò disponibile a farmi capire meglio come farlo andare davvero..peccato..soprattutto mi aspettavo una maggior stabilità, e, non so perchè con internet mi va di una lentezza esasperante, si ho già disabilitato l’ivp6 o come si chiama) anche qui noto che rallenta sempre più..ho parallelamente anche un mac (vecchiotto) con monitor opaco, non quelle robacce stralucide di scena attuali, e un altro pc dove avevo reinstallato xp sopra quella porcheria di vista..7 non l’ho ancora provato..in questi giorni, dovendo cercare una nuova macchina potente per lavorare ed altro stavo valutando pro e contro..per questo sono arrivato tra forum vari a questo sito..e chiedo scusa a chi ha avuto la pazienza di leggere finora..
    hackintosh? linux..mi piace, soprattutto la libertà, la LIBERA ALTERNATIVA come concetto ma davvero bisogna essere un pò hacker per farlo funzionare DAVVERO BENE, E IO non lo sono..e poi per quanto riguarda il montaggio video c’è troppo poco sia rispetto a mac che win..quindi uno degli altri due è obbligato..il budget mi permette max un imac (traslucido grr…con i riflessi di ogni lampadina nella camera) o un pro usato..e appunto..va bene il g5 è troppo vecchio ma anche un pro di uno o due anni, oltre ai prezzi ancora troppo alti..beati gli utenti mac negli usa..e col cambio attuale..possibile sia complesso e così costoso anche solo aumentare la ram e soprattutto una scheda video senza flashare o ricercare su internet come un matto..una casa come la apple può offrire così poche possibilità ad un computer “espandibile” costoso e potente come i suo top gamma? (parlo di un pro 8 core 2.8 xeon che stavo valutando di comprare)..
    ho sproloquiato molto più che parlare di qualcosa in particolare per dire..purtroppo la soluzione reale non c’è come molti hanno scritto ogni cosa va bene, più che ad un utilizzo, ad una tipologia di persone..se linux proponesse un software di videoediting paragonabile a final cut o anche a premiere (avid?;) non avrei dubbi..o quasi, al costo di provare a fare corsi su righe di comando etc..ma.. che fare?
    comunque…un saluto a tutti, scusate il mio essere così prolisso,..ma mentre le penso sono più sintetico..poi ;D.. vorrei dire, nella diatriba vinca il migliore ma qua pare che..non vince mai..
    saluti

    • hosiris said

      Ciao, complimentoni per il “breve” commento😉
      molte le tue critiche e tutte pienamente condivise da me, così come la tua conclusione è pienamente condivisa: ognuno usa il sistema che più preferisce.
      Mi dispiace per i problemi che hai trovati nell’uso di linux, ma se vuoi posso aiutarti in qualcosa.
      Per il momento saluti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: